Telefono

+39 339 7114144

Orario di contatto

Dalle ore 9 alle 20

Nell’estate 2020 Palazzo d’Arco sarà il protagonista di due rassegne di eventi, RACCONTI D’ESTATE in collaborazione con l’Accademia Teatrale “F.Campogalliani”, e SERATE A PALAZZO. La prima si concentra nel mese di luglio ed esprime il connubio tra museo e teatro, la seconda invece inaugurerà il prossimo 20 giugno con i festeggiamenti del solstizio d’estate.

Il programma è ricco di incontri che spaziano dall’arte all’astrologia, dalle portantine settecentesche dei conti d’Arco ai viaggi dei naturalisti dell’800, presentando un’anteprima della mostra Diario di Viaggio che inaugurerà domenica 6 settembre 2020. Uno degli appuntamenti avrà come protagonista la contessa Giovanna d’Arco e l’album dei suoi ricordi, ricco di fotografie inedite.

Ecco il programma nel dettaglio:
Il primo appuntamento è sabato 20 giugno alle ore 21.00 con il SOLSTIZIO D’ESTATE la magia della Luna nuova per festeggiare l’inizio della nuova stagione rievocando rituali druidi e consuetudini ormai radicate nella nostra cultura. Durante il solstizio il sole si “fermerà” nel suo moto apparente intorno all’eclittica raggiungendo il punto di declinazione massima: così il dì si farà più lungo e la notte indugerà nel suo arrivo. Il solstizio, giorno della luce e del fuoco, rappresenta un momento di riflessione e crescita, ma anche di purificazione e rinnovamento, amore e prosperità. Qualunque sia il suo significato o il motivo per cui si prende parte a questo rito, nella notte di mezz’estate popoli e culture diverse e lontane si legano nella comune esaltazione del Sole e della Luna, del fuoco e dell’acqua, elementi che fortificano il beneficio delle erbe e dei frutti della terra. Il percorso avrà inizio nella misteriosa sala dello Zodiaco dove Giovan Maria Falconetto ha dipinto intorno al 1520 un calendario astronomico d’eccezione, ricco di suggestioni e di significati talvolta criptici; qui l’idra, creatura mitologica dipinta sotto il segno del Cancro, sarà la guida svelando la magia della Luna nuova, e preparando gli ospiti al percorso iniziatico del falò solstiziale nel giardino.
Con il solstizio d’estate inizierà anche un ciclo di incontri dedicati ai MISTERI DELLO ZODIACO il gioco degli elementi. Gli appuntamenti sono sabato 27 giugno, 22 e 29 agosto alle ore 21.00 presso la Sala dello Zodiaco. I segni zodiacali sono tradizionalmente associati ai quattro elementi che la scienza occidentale considera i costituenti della materia e della realtà: Fuoco, Terra, Aria e Acqua;

le serate offriranno una particolare lettura degli affreschi di Giovan Maria Falconetto, coniugando aspetti storico artistici a quelli astrologici, indagando il gioco degli elementi e il loro potere di definire le identità astrologiche.

Venerdì 10 luglio alle ore 21.00 nel cortile dell’esedra del palazzo si potrà assistere a LE PORTANTINE DEI CONTI D’ARCO, un racconto rivolto a queste particolari vetture che rievocano cortei di sovrani e regine, del mondo occidentale ma anche del lontano oriente. Le portantine sono oggetti che incuriosiscono adulti e bambini, Mantova ne possiede solo tre esemplari, tutti e tre appartengono alla nobile famiglia dei conti d’Arco, e oggi sono rinnovate nel loro aspetto a seguito del restauro conservativo recentemente attuato.
L’appuntamento sarà l’occasione per ammirare le tre vetture, due in cuoio e una in tessuto, mai esposta al pubblico, conoscere i confort che erano in grado di offrire ai loro passeggeri, per approfondire una tappa della storia dei mezzi di trasporto. Il passo infatti dalla portantina alla carrozza fu assai breve, ne fu anzi un’evoluzione naturale e sorprende come ancora un secolo dopo, proprio quando si era pronti per la moderna automobile, i veicoli proponessero le medesime soluzioni confortevoli adottate nelle antiche vetture.

Venerdì 24 luglio alle ore 21.00 – cortile dell’esedra GIOVANNA. Tra romanticismo e modernità Il Museo d’Arco si prepara a festeggiare il 140° anniversario della nascita della contessa Giovanna d’Arco, con una serata dedicata a tracciare il ritratto di questa formidabile donna e generosa mecenate. Il 2020 è anche un anno particolare perché qui ricorre il 40° anno dall’apertura del museo, inaugurato il 21 settembre del 1980. Due festeggiamenti dunque che in entrambi i casi vedono come unica protagonista la contessa Giovanna d’Arco, che decise di aprire alla sua amata città le porte della dimora di famiglia ancora ricca dei suoi preziosi tesori, Palazzo d’Arco.
Giovanna nasce il 5 novembre del 1880 attraversando con la sua lunga vita due secoli, l’‘800 romantico in cui la libertà femminile in tutti i suoi aspetti era fortemente sottoposta alle volontà maschili, e il ‘900 in cui tutto succede e si evolve con una rapidità imprevedibile. Ella vide la società cambiare volto, conobbe due guerre mondiali, il decollo della tecnologia e l’era del computer. Le immagini che la ritraggono in alcuni momenti della vita tracciano la sua personalità e raccontano una donna audace e moderna.
La proiezione di una selezione di fotografie, tratte dall’archivio fotografico del Museo, sarà accompagnata dal racconto di storie, significati ed aneddoti come quando, in casa in una serata speciale e dopo tanto tempo, si decide di sfogliare l’album dei ricordi di famiglia.

Venerdì 31 luglio alle 21.00 – cortile dell’esedra Anteprima della mostra Diario di viaggio. Luigi d’Arco e i naturalisti dell’800. La mostra che sarà aperta al pubblico da domenica 06 settembre 2020 a1 10 gennaio 2021 è pensata per gli amanti del viaggio e per i curiosi della natura: un viaggio infatti era quello che doveva percorrere il naturalista di Sette e Ottocento insieme alle sue lettere ma anche agli elementi animali, vegetali, minerali e malacologici. Un percorso dunque prevalentemente maschile ma che non escluse qualche intrepida viaggiatrice.
Durante l’evento si racconteranno gli antefatti del progetto anticipando alcune interessanti scoperte.

INFO E PRENOTAZIONI

La prenotazione è obbligatoria al numero 0376 322242 o info@museodarcomantova.it e si completerà con l’acquisto del biglietto sul sito web del museo www.museodarcomantova.it tramite il pulsante giallo “PRENOTA” da cui si potrà accedere all’acquisto in un apposito box dedicato alla SERATE A PALAZZO.

Costo: € 8,00

TUTTO IL PUBBLICO CHE ACCEDE AL PALAZZO D’ARCO DOVRA’ ESSERE MUNITO DI MASCHERINA. ALL’INGRESSO SARA’ DISPONIBILE UN DISPENSER PER LA SANIFICAZIONE DELLE MANI. AD OGNI PERSONA VERRA’ OBBLIGATORIAMENTE PROVATA LA TEMPERATURA CORPOREA A MEZZO APPOSITO TERMOSCANNER.

Foto anteprima: https://lombardia.abbonamentomusei.it

Articoli correlati