Mantova – Palazzo Canossa

A Mantova in piazza Matilde di Canossa si trova un edificio storicamente importante, Palazzo Canossa, ramo della famiglia di Verona, che ebbe dai Gonzaga il titolo di marchese.

Le linee del Palazzo sono barocche, infatti la sua costruzione risale al periodo tra il 1659 e il 1673, su commissione del marchese Orazio Canossa.

La facciata del Palazzo, in bugnato, ha come ornamento delle formelle in stucco con immagini di edifici e paesaggi. Sopra le finestre troviamo dei timpani spezzati, mentre le cornici si rifanno all’opera di Giulio Romano. Molto bello il portale dell’ingresso, affiancato da colonne marmoree a sostenere il balcone, sotto le quali troviamo due sculture che raffigurano il cane che addenta un osso, simbolo araldico della casata dei Canossa.

Per salire al piano nobile, troviamo un grande scalone barocco con statue marmoree che rappresentano Ercole, Marte, Giove, Nettuno e Plutone, ad opera dello sculture Matteo Pedrali, che era al servizio della corte dei Gonzaga. Le volte dello scalone, invece, furono vennero affrescate dal pittore Giovanni Battista Caccioli. A metà del XIII secolo, di fronte al Palazzo, venne eretta la Chiesa della Madonna del Terremoto, per aver essa salvato la città.

I Canossa abitarono nel Palazzo fino alla metà dell’Ottocento. In seguito divenne sede di uffici e scuole e persino ambulatori. Nel 2004 il Palazzo fu acquistato dai Colaninno. Attualmente è in fase di restauro.