Mantova – Palazzo del Podestà

In piazza delle Erbe a Mantova si trova il Palazzo del Podestà. Edificio storico della città di Mantova venne costruito nel 1227 per volere del bresciano Laudarengo Matinengo, podestà di Mantova, divenendo, con la Torre del Broletto, che si trova vicinissima alla Casa Tortelli, centro amministrativo della città.

Nella parte verso piazza Broletto venne collegato al Palazzo degli Ex Magazzini Generali con la costruzione dell’Arengario e al Palazzo della Ragione, sul lato che dà su piazza delle Erbe. Sulla facciata su piazza Broletto vi è una statua del XIII secolo raffigurante Virgilio in cattedra (detta vècia in dialetto), con la berretta dottorale e appoggiato a un leggio dove è inciso: Virgilius Mantuanus poetarum clarissimus.

Negli anni, l’edificio ha subito vari rifacimenti e modifiche, in parte anche per gli incendi che nel corso dei secoli lo devastarono. A partire dal 1462 venne ristrutturato da Giovanni Antonio da Arezzo per volere di Ludovico III Gonzaga. La merlatura cieca posta a coronamento del Palazzo risente fortemente del gusto di Luca Fancelli, che trasforma l’edificio per volontà del marchese Ludovico Gonzaga.

L’edificio negli ultimi tre secoli venne destinato a svariati usi, tra i quali anche quello di carcere. Attualmente, il Comune di Mantova ha in progetto il restauro per farne la sede del Municipio, tornando quindi il Palazzo di nuovo a essere il centro amministrativo di Mantova.